I valori

Con la nostra inziativa di Scuola popolare di filosofia e cittadinanza, noi di Spazi dell'anima non vogliamo proporre momenti di apprendimento e d'incontro isolati, seppur di qualità, ma costruire con amore, impegno e pazienza una continuità di relazioni per confrontarsi e crescere oltre i confini dell'individualismo.

 
La collettività ha un gran bisogno di testimonianze della possibilità di impegnarsi in qualcosa che abbia a suo fondamento i valori della crescita, della condivisione, dell'assunzione di responsabilità in prima persona in un progetto condiviso ma totalmente 'libero', 'gratuito', 'reciproco' e 'simmetrico'.
Libero e gratuito, perchè l'adesione può essere solo un atto di volontà e di libertà individuale senza nessun ritorno garantito nè di tipo economico (del tutto escluso), nè altro se non la possibilità dl vivere una esperienza di costruzione di una identità collettiva, di agire comune, di sperimentazione di sè e di espressione dei propri talenti donando qualcosa di nostro agli altri, assumendo il rischio che il tutto funzioni o no. Dipende da ciascuno di noi in quanto singolo e dalla nostra capacità di essere e agire come gruppo.
Reciproco e simmetrico, la reciprocità è 'conditio sine qua non' perchè l'esperienza abbia possibilità di essere positiva. Senza un impegno alla reciprocità sarebbe troppo facile ricadere presto nella scorciatoia del 'denaro in cambio di', logica che sarebbe bello superare il più possibile; e anche la simmetricità delle relazioni risulta quasi una precondizione, in quanto sarà necessario che tutti maturino la consapevolezza del valore che il proprio contributo (a prescindere da ciò in cui si estrinseca) acquisisce per il gruppo e la collettività proprio in virtù del fatto di essere soprattutto dono di qualcosa di sè agli altri, mettendosi in gioco con generosità.