Archivio 2013-2018

Un nuovo progetto della Scuola popolare di filosofia in collaborazione con Poesiainazione (www.poesiainazione.it).

Clessidra, ovvero Letture rizomatiche senza pubblico sotto il segno della sabbia. E' un'idea di Silvana Kuhtz e Mariarosa Pappalettera (www.poesiainazione.it)che si realizza con successo a Bari ormai da due anni. Il rizoma è un particolare tipo di radice che ha la specificità di penetrare il terreno lungo un movimento di estensione orizzontale, a differenza del più usuale tipo di radice a fittone, che penetra in senso verticale sino a radicarsi in profondità. Ciò che ispira è il fatto che a volte uno sguardo di superficie può cogliere le relazioni fra elementi provenienti dagli ambiti più disparati. Con superficialità si rivendica il significato di VASTE DIMENSIONI. Uno sguardo di superficie, di vaste dimensioni, individua vari elementi della realtà e coglie relazioni con altri elementi anche molto lontani. A partire da queste riflessioni, che prendono spunto dalle teorie di due grandi filosofi contemporanei, Deleuze e Guattarì, sono state scritte le REGOLE DEL GIOCO. “Incontri senza pubblico” vuol dire che non è possibile intervenire alle letture rizomatiche solo come spettatore. Sulla base del tema , ogni partecipante sceglie il “testo” di un grande autore da proporre: potrà essere costituito da parole, immagini, suoni, scene di film, brani musicali, canzoni, movimento di corpi ed esperienza dei sensi e anche processo del fare; può prevedere il coinvolgimento degli altri partecipanti all’incontro. La durata massima di ogni intervento intervento è di 5 minuti. Se il numero dei partecipanti è cospicuo, i minuti scendono a 3-4, lo si concorda insieme. Fin qui la Clessidra delle amiche di Bari alle quali si aggiunge uno specifico romano, una piccola pratica filosofico-poetica da fare insieme nella seconda parte: così Clessidra diventa Clessidra filosofica. La realizziamo tutti i terzi lunedì del mese dalle 20,30 allo Spazio dell'anima ed è sempre un'esperinza sorprendente la magnifica e misteriosa armonia che si manifesta tra i diversi contributi. Leggi un'intervista a Silvana Kuhtz . 

Associati per sostenere
la nostra visione

Basta un click