Clessidra filosofica di gennaio. Il tema del mese era "Be bop".

Clessidra è' un'idea di Silvana Kuhtz e Mariarosa Pappalettera (www.poesiainazione.it) che si realizza con successo a Bari ormai da due anni. Da questo mese ha luogo anche ad Acquaviva delle Fonti e a Milano. Sulla base del tema del mese, ogni partecipante sceglie il “testo” di un grande autore da proporre a tutti gli altri: potrà essere costituito da parole, immagini, suoni, scene di film, brani musicali, canzoni, movimento di corpi ed esperienza dei sensi e anche processo del fare; può prevedere il coinvolgimento degli altri partecipanti. nell'incontro di gennaio abbiamo condiviso: Piero Trupia: breve conversazione sull'Intellegibilità; Myriam Ines Giangiacomo:  Eric Fromm, Avere o essere, Mondadori, pp. 50-53; Stefano Federici: Jack Kerouac, Sulla strada, Mondadori, pp. 300-302 e Stardust Kerouac di Dizzy Gillespie; Carmen Luciana Bonanno: Be bop a lula, Giorgio Gaber e Little Tony; Adriana Dondona: Ferdinando Pessoa, Il libro dell'Inquietudine, Feltrinelli e testo autoriale "Ho dissipato" da un verso di Raboni; Antonio Tiberla: Erick Bertacchini, L'ultima ossessione di Charlie Parker e Charlie Parker, Just Friends; Valeria Allegretti: Douglas Brinkley, Jack "be bop" Kerouac, in www.vicolocannery.it. . Leggi cosa hanno condiviso negli incontri di Bari, Acquaviva e Milano.

Associati per sostenere
la nostra visione

Basta un click