Individuo e società

"Vedo una folla innumerevole di individui simili e uguali che non fanno che ruotare su se stessi, per procurarsi singoli e volgari piaceri con cui saziano il loro animo.
Ciascuno di questi uomini vive per conto suo ed è come estraneo al destino di tutti gli altri: i figli e gli amici costituiscono per lui tutta la specie umana; quanto al resto dei concittadini, egli vive al loro fianco ma non li vede; li tocca ma non li sente; non esiste che in se stesso e per se stesso, e se ancora possiede una famiglia, si può dire per lo meno che non ha più patria.
Al di sopra di costoro si erge un potere immenso e tutelare, che si incarica solo di assicurare loro il godimento dei beni e che veglia sulla loro sorte.
E’ assoluto, particolareggiato, regolare, previdente e mite.
Rassomiglierebbe all’autorità paterna se, come essa, avesse lo scopo di preparare gli uomini alla maturità, mentre cerca invece di fissarli irrevocabilmente nell’infanzia". (Alexis de Tocqueville, La democrazia in America)
L’eguaglianza democratica sembra generare, in modo affatto paradossale, un serio indebolimento del legame sociale. L’altro da sé assumerebbe progressivamente i connotati di una figura sempre più estranea e opaca, disinvestita di ogni anelito relazionale e di ogni tensione emotiva.
D’altro canto, con il prevalere delle passioni livide e de-socializzanti dell’individualismo liberale, si assiste parimenti a un indebolimento dell’identità individuale: ovvero all’emergenza del conformismo e dell’omologazione egualitari. E il rischio per la vita associata cresce inesorabile: da masse di individui senza legami, da atomi irrelati e uniformati, può infatti scaturire un nuovo e inquietante bisogno di autorità; un’inclinazione alla soggezione che è sorella di quel bisogno di libertà, oggi apparentemente relegato nelle anguste stanze del consumismo economico contemporaneo. Il corso prevede quattro lezioni partecipate con cadenza settimanale, ciascuna di due ore ogni giovedì dalle 18,30 alle 20,30, in cui il docente interagirà con i partecipanti invitandoli a esprimere anche i loro pensieri e le loro teorie in merito agli argomenti trattati.
La prima lezione sarà giovedì 7 marzo.

A cura di: Luca Cianca