Più senso alla vita

"Di fronte al mondo sempre più sottosopra, sento la necessità di riflettere su me stess* e su come sto vivendo"

"Il momento storico che stiamo vivendo mi disorienta" 

"Mi sembra che niente abbia più senso"

"Sarebbe bello trovarsi insieme ad altri per ri-scoprire insieme un senso più autentico della vita...."

Il contesto

"Il segreto dell'esistenza umana infatti non sta soltanto nel vivere, ma in ciò per cui si vive. Senza un concetto sicuro del fine per cui deve vivere, l'uomo non acconsentirà a vivere e si sopprimerà piuttosto che restare sulla terra, anche se intorno a lui non ci fossero che pani.

Questo è giusto, ma che cosa è avvenuto? Invece di impadronirti della libertà degli uomini, Tu l'hai ancora accresciuta!

Avevi forse dimenticato che la tranquillità e perfino la morte è all'uomo più cara della libera scelta fra il bene ed il male?

Nulla è per l'uomo più seducente che la libertà della sua coscienza, ma nulla anche è più tormentoso" questo dice il Grande Inquisitore nella leggenda omonima narrata da Fëdor Dostoevskij ne I fratellli Karamazov.

Bronnie Ware è un'infermiera australiana. Ma un'infermiera particolare. Il suo compito è quello di assistere le persone nelle loro ultime settimane di vita. Alle persone che stanno per morire lei fa sempre la stessa domanda: "C'è qualcosa che rimpiangi?"

Le cinque cose che i pazienti di Bronnie rimpiangono sono queste. La prima: "avrei voluto vivere la vita secondo le mie inclinazioni e non secondo le aspettative degli altri".

La seconda: "non avrei voluto lavorare così duramente".

La terza: "avrei voluto avere il coraggio di esprimere i miei sentimenti".

La quarta: "avrei voluto restare di più in contatto con i miei amici".

La quinta: "avrei voluto consentirmi di essere più felice".

Il Guardian di Londra ha fatto un esperimento con i propri lettori. Alla domanda "Che cosa rimpiangete di più della vostra vita?" quelli ancora pienamente vivi hanno risposto: il sesso, il denaro, i viaggi.

E noi per che cosa viviamo? Sentiamo di aver scelto la nostra vita, di continuare a farlo tutti i giorni o ci siamo distratti?

La nostra proposta

Più senso alla vita è un laboratorio riflessivo e pratico on line che vuole indagare, attraverso la ricerca che parte dall'esperienza e il dialogo aperto e sincero tra i partecipanti, ciò che dà Senso alla nostra vita, ciò che ci consente di affrontare ogni giornata, ciò del quale la mancanza ci disorienta e ci spegne.

Riflessivo, autobiografico, narrativo. Il percorso sarà co-costruito in corso d'opera con le/i partecipanti a partire dagli interessi e dalle questioni portate da ciascuno. Il primo incontro sarà dedicato alla costruzione del 'contenitore'.

Facilitazione di: Myriam Ines Giangiacomo

Quando

Da Marzo 2022

Dove

In rete su piattaforma gratuita Zoom.

Modalità e durata

6 incontri settimanali di un'ora e mezza a numero chiuso (max. 12 persone)

Durata totale 2 mesi con 12 ore in plenaria e qualche ora di lavoro individuale tra un incontro e l'altro (facoltativo)

Costi

La quota di partecipazione è di 450 euro (IVA compresa) per l'intero laboratorio
Il pagamento può essere diviso in 3 rate.
Riduzione del 10% per il pagamento anticipato in unica soluzione.
Agevolazioni per le iscrizioni multiple.

 

e ricevi il tuo regalo

EVENTI

visita il nostro shop

Associazione Spazi dell'anima © 2013
Via Carlo Denina, 72 Roma
+39 06 7842819 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.Iva 11144791008

Privacy Policy

Spazi dell'anima è un'associazione di Bottega Filosofica

 

Sito realizzato da: Soluzioni Smart